Marmellata di arance

Tra tutte le marmellate e confetture, la Marmellata di arance è una delle mie preferite, per quel suo gusto accattivante che riesce ad avere,soprattutto nelle crostate, dove il contrasto con la pasta frolla crea un equilibrio perfetto tra dolce e quel pizzico di amarognolo che non la rende stucchevole e che io amo particolarmente. A parte nelle classiche crostate, la marmellata di arance dà il meglio di sè anche a colazione sulle fette biscottate o panbrioche, magari di quelli ai cereali che sono molto saporiti, oppure come ripieno di biscotti, donando la giusta carica per iniziare la giornata! Inoltre per la serie che non si butta via niente, con le scorze si possono fare  i canditi da usare poi nei lievitati, nei dolci vari e come base per fare la pasta aromatica per brioche e varie. Si può fare pure la scorza grattugiata da tenere in dispensa fino alla comparsa successiva delle arance e permetterci di aromatizzare i nostri dolci in maniera naturale. Ma  adesso torniamo alla nostra marmellata di arance e al suo procedimento,che è molto facile da fare, ci vuole pochissimo tempo di cottura e  ne vale davvero la pena, da provare almeno una volta!

Marmellata di arance

Marmellata di arance

  • 1.200 Kg di arance
  • 100 gr di scorze
  • 680 gr di zucchero
  • 1 bacca di vaniglia
  • 100 gr di mandorle (facoltativo)
  • 100 gr di acqua e 60 gr di zucchero portati a bollore in un pentolino.

Procedimento per la marmellata di arance

La ricetta originale prevede le arance spellate a vivo, ma io uso lo spicchio intero e mi tengo pure la parte di fibre che non disturba affatto sia nel gusto che nell’aspetto,come si può vedere nella foto, che rimane comunque bello lucido e “gelatinoso”.

Basta frullare un attimo il tutto e si può scegliere in che modo:

  1. A crudo, mettendo gli spicchi nel bimby o in qualsiasi altro mixer dando qualche colpo e successivamente mischiare con lo zucchero.
  2. Dopo che la marmellata di arance è cotta, basta frullare un pochino con un mixer a immersione…in questo modo si può scegliere per bene la consistenza desiderata, tenendo conto però che inevitabilmente si darà una frullatina anche alle scorze semicandite, cosa positiva guardata dal lato di chi stava pensando di omettere le scorze 😀  va beh, magari le listarelle si faranno non troppo piccole così rimangono le scorzette.

Ma veniamo al procedimento vero e proprio per la nostra marmellata di arance

  • Sbucciare le arance, tagliarle in pezzi e metterle in una ciotola con tutto lo zucchero e la bacca di vaniglia aperta e grattata, mettere da parte a riposare.
  • Tagliare a listarelle piccole le bucce di arance e metterle in una pentola capiente da contenere tutte le arance in seguito, aggiungere lo sciroppo fatto in precedenza e far cuocere per c.ca 10 minuti o fino a quando lo sciroppo sarà stato tutto assorbito, si otterranno così delle arance semicandite.
  • Aggiungere il composto di arance e zucchero  e portare a bollore.
  • Dal momento in cui bolle sono necessari più o meno 15-20 minuti.
  • Per avere la giusta densità sarebbe bene affidarsi ad un termometro, quando questo arriva a 104°-106° la marmellata di arance è pronta.
  • In mancanza del termometro ci si può affidare comunque allla prova piattino prelevando un pò di composto e mettendolo in un piattino, se la marmellata non corre e tende a solidificarsi è pronta!
  • Far riposare la marmellata qualche minuto e invasare in barattoli opportunamente sterilizzati aggiungendo, se si vuole, qualche mandorla.
  • Chiudere immediatamente e sistemare capovolti, per facilitare l’operazione di sottovuoto, gli uni vicini agli altri sotto una coperta in modo che il calore rimanga al cuore del barattolo per più lungo tempo.
  • Una volta freddi, solitamente il giorno dopo,i barattoli si possono sistemare in dispensa.

Buona degustazione!
Segui Cucina a tuttotondo su facebook e clicca “mi piace” qua sotto per non perdere le novità 😉

 

Summary
Recipe Name
Marmellata di arance
Published On
Preparation Time
Cook Time
Total Time
Average Rating
4 Based on 1 Review(s)

I commenti sono chiusi.